Il passato

L’antico forno, talmente in fondo al lungo serpentello di Via del Pellegrino da far capolino su Piazza della Moretta, è da sempre un punto di riferimento per il popolo di quella parte di Roma, fatta di strette viuzze e dalla nobile Via Giulia. Il fornaio per antonomasia è sempre stata la meta di almeno una visita quotidiana per ogni famiglia del posto e per ogni pellegrino e turista di passaggio.

Oggi

Il forno rinasce, con particolare cura estetica  e con  proposte adeguate alla contemporaneità, mantenendo la stessa semplice vocazione che ha avuto fin dal secolo scorso: allietare il palato e le tavole da pranzo. Il pane resta il protagonista, affiancato da pizza e biscotteria, ma – in questa moderna versione di bottega – non mancano degustazioni di champagne, vini, oli e aperitivi.

  • Pane

  • caffè

    Caffè

  • pizza

    Pizza

  • Aperitivo

L'architettura

Un grande banco accoglie i clienti, “tagliato” da un’immemorabile colonna di granito Romana trovata chissà dove, e come prassi edificatoria dell’epoca (1500 d.c.), riutilizzata per sorreggere un “nuovo palazzo” in una “nuova strada”, voluta da Papa Alessandro VI, strada Mercatoria piena di botteghe e osterie. A sinistra della colonna fanno bella mostra di sé le lingue di pizza alla pala sfornate dal forno retrostante, a destra tutti i tipi di pane che riempiono abbondantemente il resto del banco. La seconda parte della sala accoglie un’attrezzata caffetteria dove si potranno assaggiare caffè e dolcetti sempre di fattura propria. Scaffalature austere e senza tempo tutto intorno, ricche di prodotti selezionati e personalizzati, a recintare l’intero ambiente e realizzate per accogliere comode nicchie destinate a quanti vorranno gustare sul posto le prelibatezze.

Una piccola ma sofisticata sala, con sedute in pelle e tavolo sociale in marmo, accoglie le pause di chi ha bisogno di un pò di privacy

Le stigliature sono nere per esaltare ancor di più i colori caldi del pane e dei dolci. Una bottega vera e semplice, dove le cose si fanno in casa, attraverso la tradizione secolare  dell’arte bianca, e dove vengono riscoperti metodi che Roma ha ultimamente dimenticato, quelli dell’accoglienza e della familiarità.

Aperitivo con mescita ricercata

Ci piace definirla “popolare”, la nostra mescita, perchè democraticamente possibile anche quando si tratta di etichette importanti. Apriamo bottiglie anche per un solo bicchiere, perchè pensiamo che un buona bevuta possa regalare un sorriso. La selezione, alla lavagna, cambia settimanalmente

Bollicine italiane e champagne, vini di aziende conosciute e anche piccoli produttori

Scopri